Selezione lingua: DE FR IT  EN
Pagina: PUBBLICO  PROFESSIONISTI     
 

In focusCosa significa Cure Palliative?Quando iniziano le Cure Palliative?Chi paga?FAQLe Cure Palliative hanno un futuroLa storia delle Cure PalliativeStrategia nazionaleTerminologiaMedienschau


Letture consigliateFilms

 
Cosa significa Cure Palliative?

Sicuramente, in relazione a persone gravemente malate, ha già incontrato i concetti di medicina palliativa, cure palliative, accompagnamento alla morte o hospice. Tutti questi concetti appartengono alle “Cure Palliative”. Con questo concetto s’intendono tutte le misure utili per lenire le sofferenze di una persona incurabilmente malata, rendendole così la migliore qualità di vita possibile fino alla fine.

A livello internazionale si utilizza il termine di “Palliative Care”, di uso sempre più frequente anche nei paesi di lingua non inglese. “Palliative Care” deriva dal latino “pallium”, definizione di un indumento simile a un mantello. La parola inglese “care” significa “cura”, ma in un senso più ampio: “I care for you” significa anche “mi occupo di te”. E: “tu sei importante per me”.

Le cure palliative comprendono il trattamento e il sostegno di persone affette da malattie inguaribili, potenzialmente letali e/o croniche progressive. Sono incluse nella pianificazione del trattamento, ma la loro azione si concentra sul periodo in cui la cura della malattia non è più ritenuta possibile e non costituisce più l’obiettivo primario. Ai pazienti è garantita fino alla morte una qualità di vita ottimale in rapporto alla loro situazione e le persone di riferimento vicine al paziente sono sostenute in modo adeguato. Le cure palliative prevengono sofferenze e complicazioni. Esse comprendono trattamenti medici, interventi infermieristici e sostegno psichico, sociale e spirituale. Le cure palliative devono rispondere in modo esaustivo ai bisogni dei pazienti. Sintomi e sofferenze devono essere possibilmente anticipati e alleviati. Un’adeguata qualità delle prestazioni di cure palliative richiede competenze professionali specifiche da parte dei professionisti della salute. Le cure palliative sono somministrate, nel limite del possibile, nel luogo scelto dalla persona malata o in procinto di morire. La rete delle strutture di assistenza garantisce la continuità del trattamento e del sostegno. È necessario prevedere e integrare precocemente le possibilità delle cure palliative, come complemento delle misure curative e riabilitative. Tuttavia, non va dimenticato che la loro azione si concentra sul periodo in cui la cura della malattia non è più ritenuta possibile e non costituisce più l’obiettivo primario.

L’OMS definisce Palliative Care così: Le cure palliative corrispondono a una condotta e un trattamento che dovrebbe migliorare la qualità di vita dei pazienti e dei loro parenti, in presenza di una malattia mortale. Essa ottiene ciò ricercando attivamente e precocemente, rilevando ripetutamente e trattando adeguatamente i dolori e i problemi fisici, psicosociali e spirituali. Le Cure Palliative

  • leniscono dolori e altri disturbi opprimenti,
  • sostengono il paziente nel restare attivo il più a lungo possibile,
  • integrano aspetti psicologici e spirituali,
  • affermano la vita e considerano la morte un processo normale,
  • non vogliono né accelerare né ritardare la morte,
  • sostengono i familiari nell’elaborazione della malattia del paziente e del proprio lutto,
  • consistono in un lavoro di gruppo per rispondere al meglio alle esigenze dei pazienti e dei loro famigliari,
  • possono essere applicate precocemente nella malattia, in combinazione con le misure che tendono a prolungare la vita, come per esempio la chemio terapia e la radioterapia. Comprendono anche la ricerca necessaria per capire e trattare al meglio i disturbi o le complicazioni cliniche.